Le 3P dell’educazione: presenza, parola e pazienza

Essendo “uomo di marketing” spesso mi è capitato di avere a che fare con le famose 4P del marketing mix (Product, Price, Place, Promotion).

Ieri riflettevo sul fatto che le P c’entrano tanto anche nell’educazione dei figli, ma in questo caso ne citerei solo 3: Presenza, Parola, Pazienza.

3p-educazione

Della Presenza ho scritto in uno dei mie primi post dove spiegavo che, secondo il mio parere e la mia esperienza, è importante quanto tempo si dedica ai figli, ed è altrettanto importante la qualità del tempo che gli dedichiamo. Fondamentale comunque è che i nostri figli sappiano che noi genitori “ci siamo” qualsiasi cosa accada e qualsiasi cosa possano fare. Anche la più brutta. Non vorrei mai che mio figlio mi nascondesse qualcosa per timore che quel qualcosa possa portarlo lontano da me (non per forza in senso fisico).

Della Parola scrivevo l’altro giorno… parlare ai propri figli, spiegargli il perchè di certe scelte, dei sì come dei no, pur nella consapevolezza che al momento non comprenderanno, è fondamentale. Parlargli per spingerli a parlarci, invitarli a chiedere piuttosto che a frignare, fargli raccontare le cose che scoprono, aiutarli a razionalizzarle… è un duro percorso, ma va intrapreso con convinzione.

Last but not least, Pazienza… di questa non ho ancora scritto. Probabilmente tra le tre è la P più importante, sicuramente (almeno per me) la più faticosa. La stanchezza delle mie giornate mi porta a perderla troppo facilmente, e se perdi la pazienza anche la Presenza e la Parola diventano più dure. Inizi a pensare di “non sopportare” quel nanetto che non fa altro che frignare da quando si è svegliato e tendi ad “allontanarti” da lui, rinunci a “spiegargli” le cose e a “chiedergli” perchè si sta comportando così e passi… allo scontro. Scontro che ti porta inevitabilmente a sbattere contro una reazione che sarà uguale a quella di partenza ma potenziata in intensità: più pianto, più urla, più frignare. E la pazienza diminuirà ancora di più.

In questi casi bisognerebbe non reagire mai subito ma aspettare, farli sbollire e poi trovare il momento giusto una volta che si sono calmati per fargli sentire la propria Presenza attraverso la Parola. Ma per fare questo ci vuole… Pazienza. 😉

#daddyness

Annunci
Standard

2 thoughts on “Le 3P dell’educazione: presenza, parola e pazienza

  1. Pingback: La fase dei “perchè” | daddyness

  2. Pingback: Brividi. Rabbia. Sgomento. | daddyness

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...